Lettori fissi

Quale di questi autori vorresti che intervistassi?

GIVWAWAY DI COMPLEANNO

GIVWAWAY DI COMPLEANNO
Vuoi provare a vincere uno di questi 21 libri cartacei direttamente autografati dall'autore? Più ebook per i primi 8 estratti? Ecco le regole!

Translate

Cerca nel blog

domenica 20 agosto 2017

RECENSIONE "IL DISASTRO SIAMO NOI" di Jamie McGuire

Buona domenica readers! Oggi voglio parlarvi di una delle mie letture estive preferite "Il disastro siamo noi"scritto dalle regina indiscussa dei romance, che ha scalato le classifiche italiane; Jamie McGuire. Come ben sapete questo romanzo fa parte della saga dei fratelli Maddox. Tutto è iniziato con l'esordio della McGuire, Uno splendido disastro. In pochi giorni, la casella di posta di Jamie è intasata dalle varie proposte delle case editrici e dopo neanche un mese si ritrova a dover scegliere tra quattro delle più influenti c.e. statunitensi (a spuntarla sarà poi l'Atria.)
Per chi non è amante dei romance, sconsiglio questa serie, in quanto potrebbe cadere nei cliché, che però è giusto che ogni genere debba avere (insomma da un romanzo rosa non puoi aspettarti sparatorie o mostri urlanti, altrimenti non sarebbe più etichettato come tale.)
Prima di analizzare il romanzo vi starete chiedendo il perché la mia copertina sia leggermente diversa, più che altro in fatto di materiali, dalla classica. Bene, voglio parlarvi di una promozione che è attiva su ibs e su tutti gli store online e librerie della vostra città, da qualche mese. Sicuramente parecchi di voi la conosceranno, ma sottolinearlo non fa mai male a nessuno. FINO AD ESAURIMENTO SCORTE POTETE SCEGLIERE TRA 12 BESTSELLER GARANTI, 2 A 15€.
Alice Basso, Cristina Caboni e Andrea Vitali, sono protagonisti/autori italiani di questa splendida promozione. Automaticamente, nel carrello, verranno segnati al prezzo scontato, i due libri selezionati (prezzo speciale) qui vi lascio il link ➡2 LIBRI GARZANTI LIKE A 15 EURO.
Detto ciò passiamo al mio parere, senza prima non allegarvi, qui, la sinossi.
TRAMA:Falyn ha fatto una scelta difficile rinunciando a una vita di privilegi. Il lavoro come cameriera al Bucksaw Cafè è diventato tutto per lei. Non c’è spazio per altro. Soprattutto per l’amore. Perché Falyn nasconde nel cuore un segreto che non ha mai rivelato a nessuno. Un segreto che l’ha portata lontano dalla sua famiglia e a chiudersi in sé stessa. Fino al giorno in cui non incrocia due occhi speciali come quelli di Taylor Maddox. Due occhi che sa bene possono portare solo guai. Molte ragazze si sono scottate fidandosi delle sue promesse tradite. Falyn non vuole che questo accada anche a lei. È ancora troppo fragile per cadere nei suoi tranelli. Eppure Taylor non demorde e la invita a cena. Un rifiuto non è una risposta che un Maddox può contemplare quando è convinto di aver trovato la donna della sua vita. Ed è lì, seduti uno di fronte all’altro, che Falyn intravede della dolcezza dietro l’aspetto da ragazzo che ottiene sempre quello che vuole. Incontrare la sua famiglia, vedere l’affetto che lo lega ai fratelli Travis e Treton e alla cognata Abby, la convince ancora di più che Taylor abbia anche un lato romantico. E piano piano sente che delle crepe stanno rompendo la corazza dietro il quale si è trincerata per non rischiare più. Sarebbe facile affidare finalmente a qualcuno il peso dei suoi segreti. Sarebbe facile trovare conforto tra le braccia possenti di Taylor. Ma riaprire la porta del passato è quasi impossibile quando si è creduto di aver buttato via la chiave. Ci vuole coraggio, o forse solo la mano benevola del destino. Dopo lo strepitoso successo della trilogia di Uno splendido disastro e L’amore è un disastro, Jamie McGuire ci regala una storia travolgente in cui un segreto nascosto si scioglie davanti alla forza dell’amore. Perché solo i sentimenti possono far dimenticare il passato e tingere di felicità il futuro.


Protagonista di questo nuovo romanzo della McGuire è Taylor Maddox, gemello di Tayler.
Ad aprire i battenti è stato proprio Travis. Indimenticabile la sua storia d'amore con Abby. Per chi avesse letto Una splendida bugia, vi ricordate benissimo di Trenton e Cami (?) Bene, perché entrambe le coppie appariranno qui nel romanzo. L'occasione sarà il rinnovo dei voti nuziali di Travis e Abby.
Ma andiamo a ritroso. 
Falyn ha un passato buio e turbolento e nasconde un segreto dal peso rilevante. (Sia mai che i Maddox cerchino una relazione semplice.)Lavora come cameriera al Bucksaw Café e abita al piano di sopra, in un mini appartamento. Un giorno il suo sguardo si perderà negli occhi profondi e attraenti di Taylor, che lavora per la squadra anti-incendio. Per lui è un colpo di fulmine, mentre lei cerca di opporre resistenza, ascoltando la testa e non il cuore. Ma Taylor, con il suo innato fascino da Maddox riuscirà a persuaderla e farle capire che lui è sincero e onesto con lei.
Non prosegue avanti con la spiegazione della trama per non fare spoiler. 
Ma vi dico solo che lo scenario, ambientazione,cambierà. E sarà proprio questo cambio di scena a permettere a Falyn di rivelare il suo segreto e tentare di riparare ai danni che quest'ultimo ha portato nella sua vita. Anche in questo romanzo, la McGuire, tratta un altro tema importante, riguardante il mondo femminile (non vi dico altro) ed è proprio questo il bello di questa scrittrice. Riesce a parlarci di una storia d'amore, inserendo, però, tematiche delicate, abusi, incontri clandestini etc... ricavandone così un fine moraleggiante. E sicuramente questo è un elemento che,per quanto mi riguarda,deve essere presente in un romanzo rosa. Non può essere tutto rose e fiori, non si può semplicemente parlare d'amore, ma bisogna inserire, con maestria, tematiche che fanno parte del nostro quotidiano, così da ricavarne un insegnamento.
Il personaggio di Falyn è rientrato nella mia aspettative, in quanto è una ragazza forte, determinata e sfacciata. Anche se il suo animo è buono e fragile. Mentre Taylor si è omologato al cliché dei Maddox. Tanto muscolosi, grandi e forti, quanto sensibile e romantici. Ma effettivamente non poteva essere al contrario.
 Lui, però, a differenza di Travis, non ha grandi problemi con il suo passato e si è rivelato essere una persona piuttosto equilibrata e moderata.
Anche qui non poteva manca la comparsa di Jim Maddox, capo della famiglia. Io adoro quell'uomo. Un grosso colpo di scena, sul finale, cambierà la vita dei protagonisti. Ma quest'ultimo sarà di intralcio alla storia tra Falyn e Taylor, oppure sarà motivo di ricongiungimento? Lo scoprirete solo leggendo.
Io mi sono sempre appassionata ancora di più alla saga dei Maddox e credo proprio che comprerò tutti i libri di questa serie. Lo ammetto, anche faccio parte, adesso, del club delle fan di Jamie. Sperando che venga, di nuovo, a tempo di libri, io vi ringrazio per aver letto questa recensione. E voi quali libri della Maddox series avete? Siete fan della McGuire? Scrivetemi qui sotto, con un commento, così scleriamo insieme. 

mercoledì 16 agosto 2017

RECENSIONE "GUERRIERA DAL CUORE DI DIAMANTE" di Elisa Maiorano.

Hello readers, eccoci con una nuova recensione della rubrica esordienti. Oggi tocca a Elisa Maiorano con il suo primo romanzo "Guerriera dal cuore di diamante" qui vi lascio il link di acquisto.

TRAMA:Angela è una giovane ragazza che abita a Lugano, in Svizzera. Dolce e premurosa, d’un tratto si ritrova senza il fidanzato che avrebbe dovuto portarla all’altare. Fidanzato che l’ha lasciata senza spiegazioni. Decide così di fare un repulisti di tutto ciò che risulta stantìo nella sua vita e di partire alla volta di New York, la sua città preferita.

Nella città che non dorme mai incontrerà persone straordinarie, che nascondono però grandi segreti, che riguardano anche lei. Scoprirà che tutto ciò che le è capitato sinora ha un senso.

Un romanzo magico, fresco, ma dal significato profondo.



Partiamo con il dire che questo è sicuramente un libro ideale per inguaribili romantici e sognatori. Angela è la protagonista di questa storia, purtroppo è diffidente in fatto di amore, in quanto è stata lasciata all'altare da quello che poi sarebbe diventato il suo futuro marito. Nonostante sia molto fragile è anche forte e combattiva e per quanto riguarda la prima parte del romanzo sicuramente un tratto che mi è piaciuto  è la veridicità dei personaggi. Mi spiego meglio; l'autrice non descrive situazioni fuori dalla realtà o reazioni/comportamenti dei personaggi, favolistici. Ogni cosa è attinente alla realtà e proprio per questo mi sento di dire che ciascuno di noi può immedesimarsi nella storia e nei suoi personaggi. 
Improntata sullo stile di "Io prima di te" di Jojo Moyes, il romanticismo, la passione e la magia di questo romanzo, lo rendono speciale. Come sfondo alle vicende un'atmosfera natalizia; luoghi e particolari descritti con grande cura e attenzione ai dettagli, tant'è che mi sembrava fossimo già Dicembre, per il grande coinvolgimento ai preparativi natalizi. 

Ovviamente non possono mancare i colpi di scena, che tengono viva l'attenzione. Non posso fare spoiler, ma vi assicuro che rimarrete piuttosto sconvolti. Lo stile è fluido e scorrevole e il libro è leggibile in un paio d'ore, sia per la lunghezza delle pagine (145), sia per la scioltezza del linguaggio usato. 
Apro e chiudo velocemente una breve parentesi, ho pianto per il finale. Ragazzi, ho avuto i brividi, ed è sicuramente inaspettato. Ma a proposito di quest'ultimo è viene lasciato abbastanza aperto e questo mi fa presagire che un secondo volume verrà sicuramente pubblicato.
Mi sono affezionata alla figura di Angela, una donna dall'animo buono, fragile, ma combattiva. Mi sono appassionata alle sue vicende, al suo passato e pagina dopo pagina ero sempre più curiosa di sapere di più sulla sua persona.
L'incontro con Julian, però, cambierà le carte in tavola, fondendo realtà e immaginazione, passato e presente. Un grosso colpo di scena destabilizzerà la narrazione portandola oltre il limite del normale. Una magica storia tra la Svizzera e New York. Che aspettate? Fossi in voi non mi lascerei perdere questo incantevole romanzo, con cui Elisa Maiorano si presenta al suo pubblico, per la prima volta, in veste di scrittrice. Ringrazio l'autrice per avermi spedito il suo romanzo e le faccio un grosso in bocca al lupo :)

ABOUT THE AUTHOR: Elisa Maiorano è una giovane autrice svizzera, nata e cresciuta in Canton Ticino. Insegna yoga e meditazione ed è assidua ricercatrice sull'anima gemella. "Guerriera dal Cuore di Diamante" è il suo primo romanzo.

SITO WEB: www.foreverbeplus.com

lunedì 14 agosto 2017

INTERVISTA AD ALI MCNAMARA- INTERVIEWS TO ALI MCNAMARA FOR ITALIAN READERS

Hello readers! Finalmente oggi vi farò leggere l'intervista che ho avuto l'opportunità di fare ad Ali McNamara. Riuscire a mettermi in contatto è stato abbastanza arduo, data comunque la sua fama. Ma per fortuna l'email che ho lasciato sul suo website è stata visualizzata e presa in considerazione. Colazione da Darcy, Il piccolo negozio di fiori in riva al mare, Innamorarsi a Notting Hill, sono solo alcuni dei titoli che ha pubblicato qui in Italia, con la stimata casa editrice Newton Compton editori. Proprio da poco è arrivata la traduzione di uno dei suoi ultimi romanzi "Colazione in riva al mare" che già sta spopolato sul web. Ma siete curiosi di sapere di più riguardo l'autrice?
Nuovi romanzi in arrivo per noi, storie per bambini, fasi di scrittura e i suoi esordi. Vi ho già incuriositi? Questi sono solo alcuni dei temi di cui abbiamo parlato! Vi lascio qui l'intervista tradotta in Italiano, mentre più in basso vi allego la conversazione originale, in inglese. :)


Hello readers! Finally, today, I will read the interview I had the opportunity to do to Ali McNamara. But are you curious to know more about the author? New novels coming for us, children stories, writing phases and her debuts. Have I already curious you? These are just some of the themes we talked about!


1.     Quando hai iniziato a scrivere? Parlarci un po’ del tuo primo esordio.
R. Non avevo mai pensato di scrivere romanzi fino a quando non ho scritto una fan fiction sul cantante Ronan Keating, nel 2002. Le tre storie che ho scritto erano così popolari che le vendevo come allegati di posta elettronica e raccolsi oltre 2.000 euro per un’opera di carità di consapevolezza sul cancro.  Allora pensavo, se le persone amano ciò che sto scrivendo, forse dovrei andare a scrivere un vero romanzo!

2.     Scarlett O’Brien è la protagonista di “Innamorarsi a Notting Hill” “Da New York a Notting Hill per innamorarsi ancora” “Colazione a Notting Hill” ti rivedi in lei? Se è si, in quali aspetti?
R. Assomiglio molto a Scarlett in quanto sono una grande sognatrice e penso sempre che qualcosa di eccitante sia proprio dietro l'angolo!

3.     Hai mai pensato di scrivere un libro che non sia un romance, magari un fantasy o horror?
R. Vorrei scrivere una serie di libri per bambini, e sono attualmente in fase di scrittura della prima storia. Non so se saranno mai pubblicati ... lo spero!

4.     Raccontaci un po’ delle fasi che portano alla stesura del tuo romanzo.
R. Tutti seguono lo stesso schema. Per prima cosa inizio con la pianificazione e con numerose ricerche. Poi scrivo una prima bozza e la rivedo fin quando non va bene. Poi la invio al mio editore, che lo leggerà e poi mi invierà le sue note che poi lavorerò. Dopo di che il copy-editor (colui che prepara il testo alla pubblicazione) la legge, e poi più lavoro per me facendo le altre correzioni! Dopo viene svolta una prova di lettura, prima di avere una lettura finale.

5.     Quali sensazioni hai provato sapendo che i tuoi romanzi sarebbero stati tradotti in italiano?
R. È incredibile pensare che i miei libri siano letti in tutto il mondo. I miei lettori italiani sono alcuni dei miei lettori più entusiasti!

6.     Hai in mente di scrivere un altro romanzo? Puoi svelarci qualche curiosità?
R. In Italia, il mio prossimo libro che uscirà sarà l'estate di Serendipity, questa nuova storia è impostata in Irlanda, ma faranno apparizione alcuni dei personaggi di colazione da Darcy fanno apparizione, anche se non saranno i protagonisti.

7.     Qual è il segreto per essere un’autrice di successo?
R. Scrivere storie che ti piacerebbe leggere e continuare a scrivere. Poche parole ogni giorno, presto aggiungeranno ad un romanzo tutto!

8.     Quale dei tuoi romanzi ti rappresenta di più?
R. C'è un po 'di me in tutte le mie storie!

9.     Cosa rappresenta per te la scrittura? Parlaci un po’ di Ali.

R. Sono figlia unica, quindi mi divertivo creando storie per i miei giocattoli, quando ero piccola. Scrivere adesso, come un adulto, è solo un'estensione di quella immaginazione infantile!


1. When did you start writing? Talk to us about your first debut.
R.I had never thought about writing novels until I wrote some fan fiction on the singer Ronan Keating’s website back in 2002. The three stories I wrote were so popular I sold them as email attachments and raised over 2,000 euro for a cancer awareness charity.
 It was then I thought, if people like what I’m writing this much, maybe I should have a go at writing a real novel!

2. Scarlett O'Brien is the protagonist of " Innamorarsi a Notting Hill” “Da New York a Notting Hill per innamorarsi ancora” “Colazione a Notting Hill”  do you reflect in Scarlet? In what aspects?
R. I’m a lot like Scarlett in that I’m a big dreamer, and I always think something exciting is right around the corner!

3. Did you ever thought about writing a book that is not a romance, maybe a fantasy or horror?
R. I’d like to write a series of children’s books, and I’m currently in the process of writing the first story. I don’t know whether they will ever be published… I hope so!

4.Tell us some of the phases that lead to the writing of your novel.

R. They all follow the same pattern. Lots of research and planning first. Then I write a first draft, which I go through myself a few times until I’m happy. Then I send it to my editor, who will read it and then send me her notes which I then work on. After that a copy-editor reads it, and then more work for me doing corrections! Then its proof read, before I have a final read through.

5. What sensations did you feel knowing that your novels would be translated into Italian?
R. It’s amazing to think my books are being read around the world. My Italian readers are some of my most enthusiastic readers!

6. Do you writing another novel? Can you reveal some curiosity?
R. In Italy, your next book from me will be The Summer of Serendipity, this new story is set in Ireland, but some of the characters from Breakfast at Darcy’s make an appearance, although the main story is not about them.

7. What is the secret to being a successful author?
R. Write stories you would like to read yourself, and keep writing. A few words every day soon add up to a whole novel!

8. Which of your novels represents you the most?
R. There’s a little bit of me in all my stories!

9. What is your writing for you? Tell us about Ali.
R. I’m an only child, so I kept myself amused by making up stories for my toys when I was little. Writing now as an adult is just an extension of that childhood imagination! 

Vorrei ringraziare di cuore Ali per la sua disponibilità, per me è stato un grande onore poter scambiare due chiacchiere con lei. Ha pubblicato svariati romanzi qui in Italia, aggiudicandosi il posto di una delle scrittrici romance internazionali più conosciute, e il fatto che abbia dedicato parte del suo tempo per rispondere alle mie domande, mi riempie di gioia. Sono super entusiasta per gli spoiler che ci ha concesso... storie per bambini? Chi l'avrebbe mai detto!
Vi è piaciuta l'intervista? Lasciate un commento qui sotto, con le vostre parti preferite :)

I would like to thank Ali, heartily,  for her willingness, for me it was a great honor interviews her. She has published several novels here in Italy, winning the place of one of the best-known international romance writers, it makes me happy that she has devoted time to answer to my questions. I am very excited about the spoilers that gave us ... children's stories? Who would have thought!
Did you like the interview? Leave a comment below, with your favorite parts :)

sabato 12 agosto 2017

#MAKEUPANDBEAUTY - Review Vichy normaderm BB clear

Hello readers! Oggi inauguriamo una nuova rubrica BEAUTY AND MAKE UP. Visto che la maggior parte dei miei lettori sono donne, sarà divertente scambiarci consigli su salute e benessere. Non sono né una truccatrice professionista né un'esperta del settore, ma solo una vostra amica virtuale che vuole condividere con voi i prodotti della sua routine!
Il prodotto che aprirà le danze è Vichy normaderm BB clear. 
La maggior parte di noi ragazze, soprattutto se nella fase adolescenziale, non ha un viso perfetto, insomma la fantomatica pelle di porcellana. Brufoletti, punti neri, macchie, rovinano il nostro volto, così corriamo ai ripari. Come? Applicando strati, su strati di fondotinta, ogni volta che dobbiamo uscire fuori casa. Niente di più sbagliato.
Vi porto la mia personale esperienza! Anche io, come il 95% delle adolescenti, ha un viso con delle imperfezioni. Così, per rimediare, ero solita applicare il fondotinta (debby, collistar) che ovviamente poi toglievo la sera, prima di andare a letto, sciacquandomi con il detergente. A dispetto di quello che potevo credere, il fondotinta, anche se di ottima marca, non va applicato su un viso acneico, poiché ostruisce i pori.
Con questo non intendo di certo dire che bisogna bandire i fondotinta dal commercio. L'unica scritta che devono presentare, necessaria per l'acquisto, è NON COMEDOGENO, SENZA PARABENI.
Da parecchi mesi ho abbandonato il fondotinta (non lo uso più nemmeno per truccarmi per una serata) e l'ho sostituito con Vichy normaderm BB clear. 
Si tratta di una BB cream appunto, più leggera del "cerone" e con molti benefici.

  • Controlla la lucidità, tipica delle pelli grasse.
  • Rivela la luminosità.
  • Uniforma la grana della pelle e il colorito, coprendo il rossore causato dalle macchie (anche se per quelli consigliano il correttore verde, che prima o poi dovrò testare e di cui vi parlerò).
  • Da applicare quotidianamente, dopo il proprio trattamento del giorno.
Ebbene si. Anche se questa BB cream riduce le imperfezioni dopo un mese (testato sul mio viso, da quando la uso la pelle è più liscia e il rossore è notevolmente diminuito) bisogna comunque accompagnarla a una sana igiene facciale.
Ovviamente i prodotti variano da viso a viso, l'importante è usare un buon latte detergente e una crema per i brufoletti. Se vi può interessare ve ne parlerò in un prossimo articolo! Fatemi sapere qui sotto nei commenti!
Io la applico sempre prima di andare a scuola o uscire, perché è molto leggera e delicata, non sembra neanche che ho la bb cream.
Io uso la tonalità media SPF 16, ovviamente ognuno deve scegliere la più indicata per il proprio incarnato, ma ATTENZIONE. Vi sconsiglio vivamente di scegliere la texture più chiara, perché altrimenti otterrete un effetto eccessivamente pallido.
Ormai la utilizzo anche come base trucco per le feste e le uscite, magari in queste occasioni applico anche un velo di DEBORAH LA CIPRIA 34. Insomma ho definitivamente abbandonato il fondotinta.
Un trattamento unificante correttore, pigmenti naturali+ acido salicilico 2%.
Il prezzo è all'incirca di 17 euro, 40ml di prodotto. La potete trovare/ordinare nella vostra farmacia più vicina!
E voi? L'avete già provata o lo comprerete? Cosa ne pensate? A presto, con un altro prodotto della nostra rubrica #MAKEUPANDBEAUTY.

PRODOTTO APPROVATO ✓
★★★★★

giovedì 10 agosto 2017

THURSDAY IN BOOKS #2 (IL MONDO DELLA SCRITTURA)

Cari readers, continua la rubrica THURSDAY IN BOOKS, a cura di Paolo Costa. Eccoci qui con il nostro secondo articolo! Questo giovedì si affronta un tema molto caro per tanti di voi: il mondo della scrittura. Ma vediamo insieme le considerazione del nostro caro Paolo, siamo curiosissimi di leggere i vostri commenti :)




Eccoci qui, ancora una volta, con il nostro #ThursdayInBooks.
Lo scorso giovedì abbiamo fatto “amicizia” con un articolo un po' spinoso, ma vi ho dato dei piccoli accenni su di me e sul mio modo di pensare, tastando il terreno per le prossime chiacchierate.
Siete stati in molti ad avermi letto e apprezzato, e questo non può far altro che rendermi felice e spingermi a conoscervi meglio e darvi più occasioni di aprirvi e parlare con me di ogni cosa, col tempo.
Come avete già letto lo scorso giovedì (trovate il post qui), sono uno scrittore esordiente alle prime esperienze con il mondo dell'editoria, ma anche con il mondo delle traduzioni sia freelance che per case editrici specializzate. Mi sto muovendo pian piano, con piccoli passi che mi renderanno sempre più forte e più abile nel lavoro che svolgo.
Con questa piccola premessa, dunque, vorrei introdurvi all'argomento della settimana: il mondo della scrittura!

1. Scrivere? E perché?!
Che siate degli scrittori o dei blogger, dei lettori o niente di tutto questo, vi consiglio di scolpirvi nella mente a chiare lettere queste mie parole: scrivere, di tutto e di niente, sarà sempre il regalo migliore che possiate fare a voi stessi.
Ci sono cose che non si possono tener dentro, penso che chiunque abbia anche solo un briciolo di umanità può capire come ci si senta, e il modo migliore per dare il via ad un libero sfogo di sensazioni, sentimenti e pensieri è proprio il piacere della scrittura. Sedersi di fronte ad uno schermo o curvi su un foglio, stringendo una penna in mano, ci può portare molto più lontano di quello che crediamo. E sapete qual è la cosa più sorprendente? Che non bisogna essere autori e poeti per scrivere!
Bisogna semplicemente essere umani, aprire la mente e liberare il proprio corpo da pesi che non riusciremmo mai a buttare via.
Quindi perché scrivere?
Be', possiamo riassumerlo in poche parole: scrivere rende liberi.
Saremo liberi di parlare quanto vogliamo, di dire cosa vogliamo, di urlare parole su un foglio, scriverle in maiuscolo o intrecciate o in maniera confusa, a seconda di come suggerisce il nostro impulso del momento. Possiamo bucare un foglio e scrivere attorno al buco quello che sentiamo, il nome di una persona che amiamo, o chissà cos'altro.
Ma dobbiamo assolutamente farlo, per noi stessi, per vivere meglio.

2. Vivere meglio? Ma com'è possibile farlo scrivendo?
Di fronte a certe perplessità, non posso far altro che riportare due esempi: la mia esperienza personale e quella di una mia carissima amica.
Odio parlare di me, soprattutto per quanto riguarda il mio scrivere e i miei romanzi, e chi mi conosce sa quanto mi imbarazzo. Per voi, amici miei, farò uno sforzo.
Ho scritto il mio primo romanzo anni fa, al termine della mia prima relazione, durata quanto basta da lasciarmi in mille pezzi e con un'infinità di domande a cui non ho avuto risposta, o meglio, non la risposta in cui speravo. Mi sono concesso di fantasticare sulla perfetta storia d'amore e sul ragazzo perfetto, dando vita così al mio primo romanzo. Le parole andavano via da sole, correndo su fogli di un documento Word che è poi diventato il mio primissimo manoscritto.
Ho vissuto meglio? Cavolo, certo che sì!
Leggere e immaginare quella storia mi ha aiutato a capire cosa meritassi davvero, ma soprattutto mi ha aiutato ad avere il coraggio di parlare, di scrivere personaggi e situazioni a volte scomode, altre volte fin troppo belle per essere vere. Ma erano il mio mondo, i miei sogni e le mie fantasie, buttate lì su carta dietro a nomi di personaggi che ho imparato ad amare e che hanno un posto fisso nel mio cuore.
Una mia carissima amica, di cui non farò il nome, ha deciso di scrivere esclusivamente per sé stessa e nessun altro. Ha un quadernetto molto carino su cui incide pezzi interi di sé e delle sue esperienze. Lo fa sporadicamente, saltando pagine o non parlando per mesi interi, a volte anche anni.
Qual è la cosa bella? Che non è una scrittrice, e per questo scrive esclusivamente quando sente formicolare le dita dalla voglia di sfogarsi e parlare liberamente di tutto, anche di cose che il mondo non potrebbe mai capire.
Ecco perché vivreste una vita MIGLIORE e soprattutto LIBERA, se solo decideste di scrivere.

3. Ma il mondo della scrittura mi fa paura!!
È vero, miei cari amici.
Il mondo della scrittura può fare davvero paura, forse perché siamo proprio noi autori a renderlo così terribile, raccontando o esagerando sulle brutte esperienze che abbiamo avuto, o ancora peggio, rendendo difficile la carriera ai nostri colleghi autori e alle case editrici più piccole delle altre che hanno avuto successo.
Questo è un argomento che mi sta molto a cuore, perché se c'è una cosa per cui lotto sempre ogni giorno, è proprio il pieno sostegno tra autori.
Siamo tutti sulla stessa barca, scriviamo tutti per un solo scopo, ossia dare vita alle fantasie e ai mille pensieri che ci passano per la mente. Allora perché fare guerra tra noi? Alla fine, la scelta sta sempre al lettore, e non all'autore. Non ha senso ostacolare la carriera degli altri con recensioni e commenti subdoli e cattivi, solo per depistare un lettore che magari potrebbe escludere anche il vostro romanzo, perché non facente parte dei suoi gusti.
Dobbiamo sempre aiutarci a vicenda, sostenendoci e facendo pubblicità l'uno al romanzo dell'altro, perché solo in questo modo potremmo raggiungere tutti lo stesso scopo: farci leggere e fare emozionare chi ha scelto le nostre parole.
Quindi non abbiate timore, futuri scrittori e pensatori, perché adesso avrete una persona in più a cui rivolgervi per avere supporto e sostegno: me e i colleghi che preferisco di più al mondo!

In conclusione, spero che questo articolo vi sia piaciuto, e spero che un giorno possiate buttare giù fogli interi pieni di parole dettate dal cuore e dai vostri impulsi, perché sono proprio quelle parole che vi apriranno un mondo intero in cui potrete urlare e correre liberamente senza pensare a nessun altro oltre a voi.
Amatevi e scrivete, che poi sono anche la stessa cosa, no?
Alla prossima, carissimi lettori!

martedì 8 agosto 2017

RECENSIONE "LE TERRE DEI DORMIENTI" di Laura Taibi.

Hello readers! Eccoci con una nuova recensione! Oggi parleremo del romanzo urban fantasy con cui ha esordito la mia conterranea Laura Taibi, con la casa editrice Nulla Die. Si tratta de "Le terre dei dormienti". Prima di iniziare con la mia recensione vi lascio al solito la trama per poter capire meglio di cosa andremo a parlare.
"Jasper Stone è un ragazzo londinese come tanti. L'estate è alle porte quando il suo mondo viene sconvolto dall'arrivo di Eilise, una ragazza dai capelli rossi che irrompe nella sua vita e gli intima di svegliarsi mentre enormi mostri ragneschi appaiono in città, e una strana gemma con il potere di evocare una spada compare magicamente sul suo petto. Da lì in poi la vita di Jasper cambierà radicalmente: trasportato in un luogo chiamato "la collina" dove altri ragazzi tentano di sopravvivere, dovrà fronteggiare nemici potenti, affrontare la terribile Foresta dell'Incubo e scoprire il segreto che si cela dietro quel luogo."

Inizio con il dire che sono una sfegatata dell'urban fantasy. Purtroppo, e mi duole il cuore dirlo, qui in Italia questo genere non va molto e molte c.e. si rifiutano di pubblicarlo (io stessa avevo scritto una storia di questo genere, senza risultati di pubblicazione.) Fateci caso... spopolano tantissimo fantasy che sono stati tradotti (pensate ai miglior bestseller stranieri) ed è un vero peccato non dare spazio all'eccellenza italiana.
Laura Taibi, nata e cresciuta in Sicilia, ora trasferitasi a Londra, ha dato prova di grande coraggio e tenacia, ribaltando le carte in tavola. Si presenta al suo nuovo pubblico con questo esordio dai toni del tutto sovrannaturali, appoggiandosi a una casa editrice di medie dimensione, seria e affidabile.
L'ambientazione iniziale della storia, la fantomatica collina in cui questi ragazzi speciali si rifugiano, anche per scampare dagli attacchi degli atrax, ragni giganti attratti dalla luminosità delle loro gemme, mi ricorda un po' il Campo Mezzosangue  di Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo. L'ho trovata un'idea geniale, per nulla copiata dal libro precedentemente citato, e sono sicura che l'autrice non ci avrà nemmeno fatto caso, ma questa analogia, da me trovata, mi ha  fatto subito entrare nella storia, dandomi una scarica di adrenalina.
Il protagonista della vicenda è Jasper Stone, un ragazzo londinese. Incarna perfettamente la figura dell'eroe, inoltre si rivela essere un personaggio dinamico, in quanto all'inizio della storia appare, chiaramente, insicuro e un po' sprovveduto, ma poi incomincia a prendere coscienza della sua forza e delle sue doti, sfruttandole al meglio.
Già, sin dai primi capitoli, non mancano colpi di scena e tragici avvenimenti che colpiscono i personaggi secondari, insomma la lettura procede veloce e spedita, volendo scoprire come andranno a finire le diverse missioni che devono affrontare i personaggi principali.

Non mancano ovviamente, i cattivi della storia, come la Regina, ho apprezzato le sue parti!
Il prologo è d'effetto e ci fa calare subito nell'atmosfera del fantasy. I dialoghi sono fluidi e scorrevoli e le descrizioni sono accurate nei minimi dettagli.
Mi aspettavo, sin dall'inizio, l'evoluzione della relazione tra Jasper ed Eilise. In un primo momento ero abbastanza scettica, non pensavo che due mondi così diversi potessero entrare in collisione, ma l'autrice mi ha spiazzato e sorpreso, arrivando alla conclusione che l'apparenza inganna e che in realtà, due persone così diverse possono completarsi a vicenda.
Insomma vi consiglio questo libro, fantasy italiano DOC. Per gli amanti del genere sono sicura che non ve ne pentirete, anzi vi invito a supportare l'autrice, aiutandola a farsi conoscere ancora i più nel panorama editoriale. Vi lascio qui il link d'acquisto , cliccate pure!
E si, voi amanti del rosa e/o giallo, sto parlando anche voi eh, questo potrebbe essere un nuovo inizio/approccio con l'urban fantasy! Infine ringrazio l'autrice per la sua disponibilità e genuinità, sicura di continuare il nostro rapporto epistolare di amicizia!

venerdì 4 agosto 2017

GIVEAWAY COMPLEANNO LIVING

Il 28 Agosto il blog compie un anno e abbiamo pensato di festeggiare in grande! Ecco un mega giveaway, in collaborazione con più di 25 splendidi autori. I premi sono 21 quindi ci saranno altrettanti 21 estratti/vincitore (l'ordine di estrazione dei numeri determinerà a chi aspetta il primo, secondo premio e così via)
SOTTOLINEO CHE TUTTI I LIBRI CARTACEI VERRANO AUTOGRAFATI DAGLI AUTORI CON DEDICA.
ECCO LE REGOLE PER PARTECIPARE:
1.Seguimi sul mio profilo.
2.Reposta la foto con #giveawaycompleannoliving
3.Tagga me e altri amici a scelta.
Vi ricordo che INSERIRE L’HASHTAG E TAGGARMI E’ FONDAMENTALE affinchè io possa vedere le vostre foto. Dopo aver postato vi verrà assegnato un numero. Se questo non dovesse accadere entro 1-2 giorni contattatemi pure su direct.
4. Per chi si iscriverà ai lettori fissi del blog (link in bio) verranno assegnati due numeri, quindi una doppia possibilità di vittoria. (Per chi lo farà basta lasciare un commento qui sotto per specificare)
Il giveaway scade giorno 28 AGOSTO alle 19.00. Dopo pochi minuti posterò un video dell'estrazione per correttezza. I libri sono tutti cartacei, per i primi 8 premi trovate anche un ebook come regalo.
"Ti darò il sole" è stato gentilmente offerto da Paolo Costa, (futuro scrittore) assieme ad altri 3 ebook da lui tradotti.

Mi raccomando diffondete.  In bocca al lupo a tutti, baci.
Chiara.

ECCO A VOI I TITOLI COMPLETI ABBINATI AD OGNI PREMIO:

  1. "ABSENCE" di Chiara Panzuti+ duologia in ebook "L'ANELLO DI BEATRICE" di Chiara Cipolla.
  2. "AMORE PER TRE" di Fabiola D'Amico+ ebook "L'AMORE E' MIOPE" di Valentina Luberto.
  3. "TI DARO' IL SOLE" di Jandy Nelson+ ebook "LA LEGGENDA DEGLI OCCHI BLU" di B. Kristin McMichael.
  4. "SOPRA LE NUVOLE" di Emma Lu Griffin+ ebook "L'ARCO DEGLI AMORI PERDUTI" di Roberta Chillé + ebook "IL BUIO HA IL TUO VOLTO" di Erika Contardi.
  5. "QUESTO SANGUE NON E' MIO" di Giovanni Lucchese+ ebook "OSCURE DISCENDENZE"  di A.R. Cooper.
  6. "I LIMITI DELL'AMORE: STORIA DI ME E DI TE" di Diamante Giorgese+ ebook "LOVING AN ANGEL: IL DIARIO DI SAFIRA" di Irene Spaziani.
  7. "GUERRIERA DAL CUORE DI DIAMANTE" di Elisa Maiorano+ ebook "IO NON DIMENTICO" di Sara Marrari.
  8. "SILVERLIGHT" di Samila Yumi Marchetti+ ebook "OSSA E CORALLO" di Tiffany Daune.
  9. "BINARIO 6" di Federica Nardon.
  10. "LE TERRE DEI DORMIENTI" di Laura Taibi.
  11. "CERCAMI SONO QUI" di Chiara Cipolla.
  12. "NEL CUORE DI UNA DONNA" di Chiara Albertini.
  13. "YOUR PASSIONE THE WAY" di Monica Talea.
  14. "IL PROFUMO DELLA PASSIONE" di Valentina Bindi.
  15. "LE BUGIE DEI BRAVI RAGAZZI" di Barbara Raymondi.
  16. "LOVE GENERATION" di Noelle Olsen.
  17. "NON POSSO ESSERE TUA" di Veronica Variati.
  18. "LOVE TAKE AWAY" di Gaby Hope.
  19. "OLTRE IL TEMPO" di Daria Reiani.
  20. "L'ULTIMA MELODIA" di Danilo Montaldo.
  21. "LE ANIME PURE" di Elisa Mura.

giovedì 3 agosto 2017

THURSDAY IN BOOKS #1

Hello readers! Oggi inauguriamo una nuova rubrica che vedrà come protagonista Paolo Costa, traduttore di libri e neo scrittore (a settembre ci saranno molte novità libresche, perciò correte sul suo profilo). Si tratta di "THURSDAY IN BOOKS".
E la presentazione la lascio al nostro caro Paolo, un amico speciale❤
Ciao a tutti, readers e book bloggers!
Mi chiamo Paolo e sono un giovane autore di romanzi (da settembre troverete in libreria "Puoi Sentire la Notte?", il mio young adult d'esordio) ma anche un traduttore con già all'attivo diverse saghe e collaborazioni con autori stranieri.
Grazie alla disponibilità della nostra meravigliosa Clary, oggi inauguro un angolino tutto mio su questo blog. Ogni giovedì, per le prossime settimane, intavolerò una lunga discussione con voi sulla narrativa per ragazzi, sulla letteratura in generale e sugli adattamenti cinematografici dei libri che abbiamo amato di più.
Leggerete le mie considerazioni, i miei pensieri, a volte anche le mie piccolissime recensioni. Poi starà a voi commentare, mettervi in gioco, rispondermi e farmi capire qual è il vostro punto di vista, che io prenderò e farò mio molto volentieri!
Data questa piccolissima introduzione, penso sia l'ora di iniziare senza perdere altro tempo.
Che dirvi? Buona lettura e buon divertimento!
________________________________________
Corre l'anno 207, arrivato alla sua piena metà, e l'ultimo romanzo Young Adult che giunge nelle nostre sale cinematografiche è “Nerve, trasposizione dell'omonimo thriller psicologico che tratta l'argomento, attuale più che mai, dei social media e della voglia di piacere a chi ci sta attorno.
Tanti sono stati i tentativi falliti di portare sullo schermo il “franchise perfetto” da rifilare al giovane pubblico per gli anni a seguire.
Lo scorso anno siamo passati da “La Quinta Onda”, primo capitolo di una trilogia e tentativo quasi fallito (rantoliamo ancora nel buio riguardo l'uscita del seguito “Il Mare Infinito”) di iniziare una nuova saga cinematografica per adolescenti, e non ancora pienamente soddisfatti, poco più di un mese dopo ci arriva il terzo capitolo della saga Divergent: “Allegiant”, prima parte di quello che sarebbe dovuto essere il gran finale, con l'uscita di “Ascendant” l'anno dopo.
Inutile dire che non è andata esattamente così. Già dopo il secondo capitolo, la saga che tutti hanno adorato ha cominciato a perdere incassi, riducendosi ad un terzo capitolo poco più che discreto e con incassi ancora minori, che non hanno portato ad un finale per la saga.
Due anni prima, eravamo tutti reduci dal finale esplosivo della tetralogia Hunger Games e, consapevoli del fatto che le uniche due saghe cinematografiche rimaste avrebbero raggiunto presto la propria fine (anche la serie Maze Runner è ancora in fase di stallocon l'uscita del terzo e ultimo capitolo “La Rivelazione”), ogni casa produttrice di Hollywood ha disperatamente cercato il prossimo, grande successo capace di adescare sempre più adolescenti e nuove generazioni.
Cosa non funziona, allora? 
Se un romanzo straordinario come “La Quinta Onda” si trasforma in un flop cinematografico, c'è da chiederselo veramente. Potranno le prossime trasposizioni risollevare l'audience e accontentare il pubblico?
È rimasta un po' di speranza per un genere narrativo che ha ancora tanto da trasmettere ai giovani?
Da avido lettore, la mia risposta è “SÌ”. 
Assolutamente sì, ma con le giuste condizioni.

Abbiamo assistito alle avventure (e disavventure) di giovani guerriere: da Katniss Everdeen a Beatrice Prior, simili tra loro perché mosse da un amore incondizionato e dalla voglia di mettere al sicuro la propria famiglia e il proprio mondo. Come se non bastasse, le nostre eroine sono state subito seguite dall'arrivo di Teresa Agnes, unico personaggio femminile ne “Il Labirinto”, e precedute dalle famose figure di Hermione Granger e Isabella Swan.
Ma cosa le accomuna, in fondo? E cosa le differenzia?
Chi è davvero la fanciulla meritevole di un così grande successo mondiale?
E perché personaggi come Clary Fray(Shadowhunters), Annabeth Chase (Percy Jackson e gli Dei dell'Olimpo) e Cassie Sullivan (La Quinta Onda) non sono riuscite a raggiungere il pubblico?
La risposta sembra semplice, ma richiede un'attenta spiegazione: il carattere dei personaggi è surreale, fin troppo fittizio, così come l'aspetto fisico impeccabile che non rispecchia assolutamente le adolescenti più comuni.
Mi spiego meglio.
Quante volte ci siamo ritrovati a dire: “cavolo, quanto vorrei essere come lei”?
E quante volte, invece, abbiamo detto: “adoro quel personaggio, è proprio come me!
Bisogna essere onesti. Sono maggiori le occasioni in cui desideriamo di essere diversi, piuttosto che i momenti in cui ci sentiamo totalmente in sintonia con un personaggio, talmente tanto da provare quasi le stesse emozioni, durante la lettura.

Personalmente, ho avuto la fortuna di incappare in personaggi molto simili a me, con cui sono entrato in sintonia e in cui mi rispecchiavo (quasi) totalmente.
È il caso di Tris/Beatrice, personaggio che ho trovato decisamente reale, e che purtroppo al cinema ha perso un sacco di personalità, se non fosse per la scelta azzeccata di Shailene Woodley come prestavolto.
La Beatrice dei romanzi è una normale ragazza di sedici anni dall'aspetto del tutto comune e trasandato, con una personalità tipica adolescenziale: a tratti egoista, a tratti fragile, con grande amore e devozione per la propria famiglia e con la paura di fare del male a qualcuno, vivendo poi un vero e proprio trauma quando questo succede (noi tutti lettori ricordiamo il trauma subito dalla protagonista alla fine del primo romanzo e che prosegue per tutta la trilogia).

Al contrario, non ho avuto la stessa fortuna conKatniss Everdeen, un personaggio che è riuscito a suscitare un minimo di interesse in me solo grazie alle abilità espressive di Jennifer Lawrence, la giovane attrice che per quattro film ha prestato il volto al personaggio.
Ho avuto un rapporto conflittuale con Katniss subito dopo il primo libro, dal momento che per tutta la trilogia non sono riuscito a trovare un minimo di spessore o di realtà in lei. Katniss ha sedici anni, e il mondo in cui vive è spietato e crudele. Eppure lei se la cava. Non so come riesca, ma se la cava senza pentirsi di nulla: uccide, caccia, mente, illude, aggredisce, ha una mentalità calcolatrice ed è priva di sentimenti.
E tutti, almeno una volta, l'abbiamo vista come un modello a cui ispirarci.
Ne siamo sicuri? Sono proprio questi i modelli da invidiare?
Penso proprio che, se tutte le ragazze iniziassero ad essere come Katniss, dovremmo darci tutti alla fuga. Maschi e femmine, genitori e figli, bambini e bambine. Non si sa mai chi potrebbe essere il primo “Tributo” ucciso a sangue freddo.

E che dire dei personaggi che abbiamo dimenticato, o che ci sono sconosciuti?
La narrativa Young Adult, si sa, è un mondo troppo ampio per essere racchiuso nelle umili considerazioni di un lettore appassionato. Eppure ci sono tanti personaggi che non dovrebbero essere dimenticati, o peggio ancora, lasciati sugli scaffali.
Possiamo parlare di Mare Barrow, l'originale e splendida protagonista della tetralogia di “Regina Rossa”; oppure Sloane, la protagonista della duologia “The Program”, pronta a tutto pur di preservare la propria umanità racchiusa nell'importanza dei suoi ricordi.
Ma se dobbiamo trattare di personaggi abbandonati e trattati male dai propri lettori e dai registi delle rispettive trasposizioni, questo è il caso di Clary Fray, la quindicenne protagonista della sagaShadowhunters, che ha avuto ben due casting: Lily Collins per il cinema e Katherine McNamara per la televisione.
Mi duole dirlo, ma nessuna delle due giovani attrici è riuscita a rendere su schermo la vera essenza di un personaggio che, mi permetto di dirlo, è il più coerente e fedele alla realtà che abbia mai conosciuto.
Clarissa è una ragazza debole, insicura, goffa, con una folta massa di ricci rossi e il corpo punteggiato da lentiggini. Bassa e paffuta, ha un carattere testardo e una grande ironia, che però viene messa di lato quando si tratta di interagire con ragazzi carini. Lei stessa cercherò poi di essere carina, di curare l'abbigliamento, e col tempo diventa sempre più sicura e forte, imparando a perdonare le persone che l'hanno ferita (perché, come tutte le adolescenti, viene delusa e non riesce ad affrontarlo) e amando per la prima volta.
A questo punto, perché scegliere due attrici dall'aspetto impeccabile per dare vita ad un personaggio che, nel bene e nel male, ha aiutato un vasto gruppo di adolescenti a sentirsi “normali”?

Un altro personaggio sottovalutato e messo da parte è Annabeth Chase, la vispa figlia di Athena che fa da spalla a Percy Jackson.
Conosciamo Annabeth da quando aveva dodici anni, un'età abbastanza difficile per tutti. Annabeth è una bambina arrabbiata, che porta rancore alla propria famiglia e sente il Campo Mezzosangue come la sua vera casa, essendo cresciuta lì. Cresce come una comune adolescente, pur essendo stata catapultata in un mondo pericoloso e difficile, e non sempre riesce ad affrontare tutte le difficoltà. È impacciata quando serve, ma sceglie di non darlo a vedere perché ci tiene a non essere sottovalutata. È un vero peperino, soprattutto nei primi anni di pubertà.
Nelle due trasposizioni cinematografiche (penose) è stata distrutta in maniera brutale, dandole zero personalità e rendendola anonima a molti. E i film sono stati un vero e proprio flop, del tutto meritato.

Quasi uguali sono le situazioni di due personaggi letterari decisamente diversi tra loro: Bella Swan, la famosissima neo-vampira di Twilight, e Cassie Sullivan, sopravvissuta all'attacco degli alieni ne La Quinta Onda.
Entrambe normalissime adolescenti, insicure, ma costrette a prendere scelte difficili e scomode, soprattutto per le situazioni in cui incappano.
Eppure nelle rispettive trasposizioni cinematografiche diventano quanto di peggio ci possa essere: due semplici ragazze innamorate, che fanno tutto per amore, e nient'altro.
Ma se con Twilight la storia d'amore surreale ha funzionato, la storia ripetuta e monotona non funziona due volte e il pubblico lo sa bene, e per questo La Quinta Onda è diventato un flop assurdo.

Vogliamo infine parlare dei personaggi che non hanno più trovato la propria strada sugli scaffali italiani e nel cuore dei lettori?
È il caso che io citi uno dei personaggi che più ho amato negli ultimi mesi: Blue Sargent, del Raven Cycle, una saga interrotta al secondo volume in Italia e destinata a diventare una serie TV il prossimo anno per Syfy.
Blue ha diciassette anni, una personalità del tutto cinica e come tutte le ragazze della sua età, sogna di girare il mondo e lasciare la città in cui è cresciuta e in cui cerca di sopravvivere, lavorando in un ristorante e odiando i ragazzi ricchi e spacconi che ogni giorno le danno ordini e girano con le loro automobili di lusso.
Nel personaggio di Blue Sargent ho trovato tanta psicologia e tanta forza, pur essendo una ragazza sensibile e stanca delle situazioni a cui va incontro, soprattutto la tristezza di non poter stare con il ragazzo che ama, e che è destinato a morire per mano sua.
Pur vivendo in un contesto totalmente fantastico, Blue è una ragazza comune, abbastanza semplice e per questo è facile amarla ed affezionarsi a lei.
Ma nessuno la conosce, e nessuno conosce la saga da cui proviene, che viene spesso definita “difficile” e “fuori dagli schemi”, ma che per me resterà sempre la saga migliore e la più completa che abbia mai letto finora.

Che altro dire a questo punto?
Quello che non va nelle trasposizioni degli ultimi anni è la quasi totale assenza di un tratto psicologico nei personaggi, qualcosa che richiami l'attenzione del pubblico, che li faccia sentire un tutt'uno con ciò che vedono, come accade nei libri.
Potrà esserci ancora un speranza per il cinema Young Adult, a patto che si scelga di trattare i personaggi per quello che sono veramente: una fedele trasposizione della realtà, dell'adolescenza.
I romanzi, e i film da essi tratti, devono fare sentire a proprio agio l'adolescente che li legge/guarda. Non sono i ragazzi che devono adattarsi ad essi, odiando sé stessi per il desiderio di essere qualcun altro, un personaggio impossibile.
La letteratura, così come il cinema, deve entrare dentro il pubblico e trascinarlo emotivamente, ed io spero vivamente che possa essere così in futuro.
Riponiamo fiducia nelle prossime trasposizioni, e aspettiamo con ansia di scoprirne gli esiti.
P.S: vi faccio una lista di prossime trasposizioni per cui incrociare le dita già da subito:“Noi siamo tutto”, in uscita a Settembre;
“Wonder”, prodotto dalla Lionsgate;
Tutte le volte che ho scritto ti amo”, già in fase di produzione;
Non so chi sei ma io sono qui”, con il cast già al completo;
Inoltre, le saghe di “Shatter Me” e “Il Trono di Ghiaccio” diventeranno delle serie TV, una per la ABC e l'altra per Hulu.



--

Paolo Costa
Self-published Author & Italian Translator

RINGRAZIO DI CUORE PAOLO E CI VEDIAMO IL PROSSIMO GIOVEDÌ CON UN ALTRO SUPER ARTICOLO!! NON MANCATE! Se avete dei temi da proporre, commentate qui sotto!!

mercoledì 2 agosto 2017

LIEBSTER AWARD

Ebbene si, cari readers, ho ricevuto ben 6 nomination per il Liebstar award (mezzo di promozione per i blog) e sono davvero super felice!
Ma prima vediamo le regole per partecipare a questa challange.

REGOLE:
1. Ringraziare chi ti ha premiato.
2. Scrivere qualche riga (max 300 parole) per promuovere un blog interessante che seguite.
3. Rispondere alle 11 domande poste dal blog o dai blogger che ti hanno nominato.
4. Scrivere a piacere 11 cose di te.
5. Premiare a tua volta 11 blog.
6. Formulare 11 domande per i blogger che si nomineranno.
7. Informare i blogger del premio assegnato.

PUNTO 1:
Ringrazio di cuore PAOLO MANGIA LIBRI, LA LIBRERIA DI BEB, DB BOOKS, DENTRO UN LIBRO BLOG, HOPE __BOOKADDICTED__ E bOOKLULLABYY per avermi nominata. Mi ha fatto sentire... beh, SPECIALE. Perché nominandomi hanno dimostrato di apprezzare il mio piccolo spazio sul web e questo significa molto per me! Grazie ragazzi:
Ps. Mi sono anche divertita a rispondere a 77 domande .-.

PUNTO 2:
Uno dei blog che adoro è quello di Debby book is all you need. Mi piacciono tantissimo le sue foto e le sue recensioni. E' una ragazza molto simpatica e creativa, sempre piena di idee.

PUNTO 3: 

RISPOSTE PER: "Paolo mangialibri"
1.     Da parte di Parini: caffè o cioccolata calda? Se dico entrambi, vale?
2.     Preferisci leggere all’aperto o al chiuso? All’aperto, almeno che non ci siamo 0 gradi.
3.     Quali autori vorresti uccidere/picchiare/traumatizzare a vita? Ho una lunga lista nera… tu sai già a chi mi riferisco (vedi la domanda n.5)
4.     Hai mai letto un harmony? Si, lo so faccio schifo.
5.     Cosa ne pensi dei libri degli YouTuber? E perchè vorresti appiccare un falò con essi? Questa è la mia domanda preferita! (Paolo sa perché) ritengo che la maggior parte di loro pubblica i propri libri unicamente perché è popolare sui social, quindi la c.e. ci ricava molti soldi. Non trovo però giusto che a gente meritevole non venga data una possibilità, solo perché non sono già conosciuti. Tipo a me e Paolo (come sponsorizzarti da sola pt.464564). Detto ciò peace and love!
6.     Qual è la differenza tra un corvo e una scrivania? Ci sto pensando… aspetta, lo cerco su google.
7.     Hai mai provato a leggere un libro scelto alla cieca? Mai, ma lo farò.
8.     La tua serie TV preferita? E il tuo personaggio preferito? The Vampire Diares. Personaggio preferito? Che ve lo dico a fare… DAMON!
9.     Hai mai fatto le orecchie a un libro? Se sì, che canzone gli hai fatto ascoltare? “Nu matrimonio napulitan” scherzo, ma sto in fissa con i napoletani in questo periodo… a proposito, ne conosci uno bono?
10.         Qual è il genere che più ti appassiona? Urban Fantasy e New Adults.
11.         Consiglieresti un libro da leggere sui mezzi pubblici? “41 perché di dubbio interesse.” Casca a pennello! Giudicherete voi stessi…



RISPOSTE PER "La libreria di beb"
1. Qual è l'ultimo libro che hai letto? “Le terre dei dormienti” di Laura Taibi.
2. Scegli i libri per trama o copertina? Sicuramente per la trama, ma anche l’occhio vuole la sua parte. Una bella copertina è un punto in più.
3. Preferisci lo shopping online o in negozio? In negozio, decisamente, devo provare i vestiti!
4. Qual è il tuo film preferito? Beastly.
5. Dove ti piace leggere? Ovunque, soprattutto in terrazzo, in estate.
6. Libri corti o libri lunghi? Direi una via di mezzo, un libro troppo lungo finirebbe per annoiare.
7. Ascolti la musica quando leggi? No, devo essere assolutamente concentrata.
8. Preferisci tè o caffè? Caffè tutta la vita.
9. Sei più da vita di giorno o di notte? Dipende dalle situazioni, di notte si posso esplorare dei posti, vedendoli in un’altra ottica.
10. Perché hai chiamato così il tuo blog? Stavo cercando un nome, non me ne veniva in mente neanche uno decente, così ho chiesto a mio papà e ha pensato a LIVING AMONG THE BOOKS, che vorrebbe dire “Vivere tra i libri”. Me ne sono innamorata subito e non lo cambierei per nulla al mondo.
11. Dove vorresti essere in questo momento? In una spiaggia, alle Maldive, con un mojito e un buon libro è chiedere troppo?


RISPOSTE PER: "DB BOOKS" 
1.    Da quanto avete aperto il blog? Ho aperto il blog il 28 Agosto 2016, prima pubblicavo solo su instagram (pochi contenuti al mese) poi da Gennaio 2017 ho iniziato anche a usare blogger assiduamente.
2. Saga preferita? Die for me di Amy Plum, revenant series.
3. Casa editrice preferita? Direi che oscillo tra Garzanti e Newton.
4. Quanti libri leggete in una settimana? Dipende dal periodo, 2/3 in estate. Uno (e forse neanche riesco a finirlo) durante il periodo scolastico.
5. Scrittore/ Scrittrice preferita? Amy Plum.
6. Cibo preferito? Lasagne ;)
7. In quale paese straniero vi piacerebbe vivere? Londra.
8. Leggete anche in altre lingue? Se sì, quali? Ho provato a leggere”A series of unfortunate events” in inglese, me l’hanno consigliato perché la lettura è abbastanza fluida per chi è alle prima armi in “lettura in lingua straniera”
9. Come è iniziata la vostra passione? Sin da piccola amavo leggere e scrivere, così sotto consiglio di un’autrice ho pensato di aprire questo blog, mi immaginavo un po’ lascena di quei film americani dove le ragazze, di sera, aprono il loro pc e nel loro spazio personale parlano della loro vita di tutti i giorni.
10. Com’è nato il nome del vostro blog?
Stavo cercando un nome, non me ne veniva in mente neanche uno decente, così ho chiesto a mio papà e ha pensato a LIVING AMONG THE BOOKS, che vorrebbe dire “Vivere tra i libri”. Me ne sono innamorata subito e non lo cambierei per nulla al mondo.
11. Quale colore predomina nella vostra libreria? Bianco.

RISPOSTE PER: "Dentro un libro."
1.     Ultimo libro letto? “Le terre dei dormienti” di Laura Taibi.
2. Quale genere di libro preferisci? Romance e urban fantasy.
3. Hai una biblioteca personale? Si, anche se ormai in camera mia ho esaurito lo spazio per i miei bambini (i libri)
4. Dove ti piace leggere di più? Sul letto o in terrazza (ovviamente quando è estate/ primavera)
5. Perché hai aperto il tuo blog? Sotto consiglio di un’autrice, Ginevra Tomas. Mi entusiasmava l’idea di poter condividere le mie letture e di poter espirmere la mia opinione in merito ad argomenti libreschi. Così mi sono buttata!!
6. Qual è la tua serie TV preferita? The vampire diaries.
7. Il tuo libro preferito? Non ne ho uno in particolare. Forse lo devo ancora trovare. Al momento “Io prima di te” “Il ritratto di Dorian Grey”
8. Hai un animale domestico? Se si, quale?
Avevo dei porcellini d’India. Il primo (pallino) è morto per una malattia che aveva, poi abbiamo adottato il fratellino che se ne andato per vecchiaia dopo 5 anni, e poi Rebby e Camilla. Purtroppo le cavie peruviane vivono veramente poco 4/5 anni.
9 Come scegli un libro da leggere? Sei influenzata/o dal copertina o dal titolo? Forse più dalla copertina, anche l’occhio vuole la sua parte. Di solito mi reco in libreria, oppure faccio un giro su ibs, facendo una prima selezione in base al genere che voglio leggere in quel momento.
10. Qual è il tuo scrittore/scrittrice preferito/a? Quale dei suoi libri ti piace di più? Amy Plum, con la saga di “die for me”, poi stimo moltissimo Alessandro D’Avenia, sarei impazzita se fosse stato il mio prof di italiano. Sempre preparata/volontaria per le interrogazioni,
11. Consigliami un libro. “La collezionista di libri proibiti” non so perché ma è saltato fuori questo nome, girovagando sul tuo blog.

RISPOSTE PER: "Hope BOOKADDICTED"
1. Quanti libri avete nella vostra libreria? Quasi 200.
2. Quali sono i libri della vostra wishlist? “Prima di domani”, “PS. I like you”, “L’arte di essere fragili”
3. Prossima lettura? “Guerriera dal cuore di diamante”
4. Qual'è il vostro genere preferito? Romance/urban fantasy
5. Avete mai collaborato con delle case editrici? se si, quali? Si, Garzanti, Mondadori, Newton, Kimerik, Sperling, Salanai, ABeditore, Giovane holden edizioni.
6. Quale parte della giornata leggete più volentieri? Direi pomeriggio.
7. Cibo preferito? Lasagne.
8. Avete degli animali domestici? Se si quali e come si chiamano?Avevo dei porcellini d’India. Il primo (pallino) è morto per una malattia che aveva, poi abbiamo adottato il fratellino che se ne andato per vecchiaia dopo 5 anni, e poi Rebby e Camilla. Purtroppo le cavie peruviane vivono veramente poco 4/5 anni.
9. Quanti libri leggete a settimana? Dipende dal periodo, 2/3 in estate. Uno (e forse neanche riesco a finirlo) durante il periodo scolastico
10. Qual'è il vostro sogno nel cassetto? Pubblicare il mio romanzo.
11. Mare o montagna? Decisamente mare! Sono segno zodiacale PESCI ;)


RISPOSTE PER: "booklullabyy" 
1.     Qual è il tuo genere preferito? Urban fantasy e New Adults.
2.     Come hai iniziato a leggere? Il Mago di Oz mi ha fatto appassionare alla lettura.
3.     Ti piace prestare i tuoi libri?  NO. NO. NO. Ho già detto no?
4.     Quando leggi? E dove? Ogni momento è buono, ma devo dire che preferisco il pomeriggio. In primavera/estate in terrazza, in inverno sul divano/letto.
5.     Scegli mai un libro per la copertina? Non proprio, mi affido alla trama! Però non nascondiamoci… anche l’occhio vuole la sua parte… è ovvio che in librarie risalto i libri dalle copertine originali, ma come ho detto prima dipende tutto dalla lettura della trama.
6.     Come esci dal blocco del lettore? Cerco di leggere uno dei libri della mia wishlist.
7.     Qual è il tuo scrittore/scrittrice preferita/o? Oscar Wilde.
8.     Quando ci sono sia il film che il libro, leggi prima il libro o guardi prima il film? Di solito leggo prima il libro, ma ultimamente sta capitando il contrario .-.
9.     Il libro a cui sei più affezionato/a? “Io prima di te”
10.                       Un libro che ti ha fatto commuovere? “Non posso essere tua” non è una semplice storia d'amore, ma affronta anche temi molto delicati.
11.                       Come mai hai aperto il tuo blog? E come ti trovi in questo mondo? Ho iniziato per caso, sotto consiglio di un'autrice, per dare spazio ai miei pensieri e per poter scambiare opinioni in merito al mondo libresco. Ti confesso che giorno dopo giorno acquisisco sempre maggior confidenza e autostima.



 PUNTO 4:
  1. Le mie materie preferite sono psicologia e storia dell'arte.
  2. Seguo "The vampire diaries" sin dalla prima puntata, avevo tipo 12 anni quando andò in onda in Italia.
  3. All'inizio sembro la più riservata del gruppo... tempo 5 minuti, giusto per conoscermi, sono quella che fa più caciara.
  4. Non riesco ad esternare le mie emozioni, tengo sempre tutto dentro e poi scoppio.
  5. Scrivo un romanzo.
  6. Segno zodiacale pesci.
  7. Ho una fobia assurda. Non sopporto la gente che mi sbadiglia in faccia, senza mettere la mano davanti la bocca.
  8. Sono determinata e testarda.
  9. Imito tutti i professori (loro però non lo sanno)
  10. Un'altra mia grande passione è la fotografia. Forse ereditata da mio papà o forse anche merito dell'alternanza scuola lavoro.
  11. Sono segretamente sposata con Alessandro D'Avenia. No, scherzo. Ma chi non vorrebbe un marito così? scrittore, intelligente e pure bono.

PUNTO 5:
Nomino:
  1. Oltre la passione per la lettura scrivi anche?
  2. Se potessi descriverti con un libro quale sceglieresti?
  3. Due buoni motivi per seguire i vostri blog.
  4. Da dove è nato il nome del blog?
  5. In un romanzo, vi identificate nel buono o nel cattivo?
  6. Un libro che avete odiato
  7. Ascoltate musica durante la lettura?
  8. Un vostro pregio e un vostro difetto.
  9. Buoni propositi per il vostro blog.
  10. Come vedete il vostro blog tra un anno?
  11. Serie tv o libri?
GRAZIE DI CUORE PER AVERMI NOMINATA. SPERO CHE GLI ALTRI SI DIVERTANO A RISPONDERE ALLE MIE DOMANDE, BUON LIEBSTAR AWARD